E di iOS7 che ne penso?

20130919_215435Ho un iPad 1 e più della 5.1.1 che ha già non può andare. Molte app chiedono il supporto almeno di iOS 6 e quindi non le posso usare e in più quelle che dovrebbero andare crashano almeno un paio di volte ad ogni utilizzo. Del resto cosa pretendo da un oggetto acquistato più di tre anni fa? E di quel paio di cento euro di apps cosa ci faccio? Android o non Android questo è il problema. Ah iOS7? Se avessi potuto avrei già aggiornato e lo avrei trovato interessante come nel 1985 era interessante il Lisa della Apple, poi il Macintosh Se, poi Fx, poi SE30, poi IIci, e il powerBook, e il G4 e infine il MacBook Pro + un paio di ipod.Oltre a un ImageWriter II e un Apple Scanner. Se rileggo la lista delle mele che ho mangiato altro che Biancaneve.

Far partire la macchina con un phon

Neve in giardino - Febbraio 2012

Neve in giardino - Febbraio 2012

Sembrava un igloo stamattina la macchina. Quattro giorni ferma al freddo e al gelo. Proviamo ad usarla: lavoro, scuola figli, andare a fare la spesa. Fortuna la mitica Roby che si è fatta delle lunghe passeggiate verso Osimo Stazione rientrando con rifornimenti di vario tipo. Allora si parte: problema gomme. Gomme termiche? No, gomme finite. E allora vai di catene. Facili da montare, recita la confezione di Konig. Pubblicità ingannevole ed è molto più di un eufemismo. Bene, catene montate: ahia la mia schiena.

Ora mettiamo in moto: due brum drum e poi il motore si spegne. Considerata la mia notevole esperienza su auto e motori ed il fatto di possedere il libretto di istruzioni dell’auto in lingua tedesca (eh sì, ho una fiat punto di importazione tedesca: se vado a vivere in Germania – e di questi tempi non sarebbe proprio da escludere – mi faccio una Bmw di importazione italiana) ho usato il risolvi problemi universale: Google.

Diagnosi: diesel congelato (o meglio le paraffine contenute in esso) in particolare congelamento all’interno del filtro gasolio. Soluzioni ne ho trovate svariate, ma quella descritta nel titolo mi era parsa la migliore. Prolunga elettrica e phon di Fede. Una bella phonata di 15 minuti et… voilà la macchina è partita la primo colpo.

Facile a dirsi

In una settimana di cose ne succedono sempre tante, ma poi scriverne non è così immediato.

Potrei parlare di 2 ore all’IKEA o delle nottate trascorse a rimuovere un bel virus di nome algose32 che aveva infettato una piccola rete con qualche decina di server e qualche centinaia di pc; oppure potrei parlare dell’evoluzione del progetto di workflow inziato qualche tempo fa o ancora delle meraviglie di DoubleTake in ottica di disaster recovery. Oppure potrei continuare a raccontarvi delle fatiche statistiche: e già, domani a mezzanotte scade il termine per presentare i nostri lavori.

Potrei, ma avete visto l’ora?

Vado a dormire.